Rita borsellino, finalmente è morta!

Andare in basso

Rita borsellino, finalmente è morta!

Messaggio  Admin il Mar 21 Ago 2018, 21:42



Solo adesso il fratello Paolo troverà la pace, smettendo di girarsi e rigirarsi all’interno del sarcofago certo ché non incontrerà l’anima della sorella, considerato che Rita da viva si è persa nei meandri di quella parte politica che il Giudice antimafia ha combattuto fin da giovane.

Rita, era nata a Palermo il 2 giugno 1945 (un anno dopo lo stesso giorno gli italiani decidevano la cacciata dell’infame monarca), si laurea in farmacia all’Università degli studi del capoluogo siciliano dove, per anni eserciterà la professione nella farmacia di famiglia.

Rita, si lascia stregare dai sinistri, traditori che nulla hanno da condividere con la famiglia Borsellino.

Al contrario della sorella Adele, morta a Trapani anch’essa all’età di 73anni il 3 maggio 2011, la quale si barricata nel dolore estraniandosi da ogni evento celebrativo in ricordo del fratello Paolo e degli uomini della sua scorta, forse perché era nata il 19 luglio giorno in cui nell’ormai lontano 1992 avveniva l’attentato in via D’Amelio, Rita è divenuta, testimone della lotta alle criminalità organizzate, restando tale fino al 1994, anno in cui nel suo nome Arci Sicilia e in seguito anche Libera danno vita a “La Carovana Antimafie”.

Nel 1995, si lascia coinvolgere da don Ciotti nell’associazione di Libera della quale specularmente divenne vicepresidente e in seguito (fino alla fine del 2005 quando si candida per i partiti di sinistra alla presidenza della Regione Siciliana.) presidente onorario.

Nel 2005, diviene deputato, sinistro, all’Assemblea Regionale Siciliana per aver conseguito il miglior risultato di candidato perdente alla carica di Presidente, fino allo scioglimento dell'Ars nel 2008.

Nel 2007, fondato il movimento politico-associativo per i sinistri dal inconfondibile nome “Un'altra Storia”.

Nel 2008, alle elezioni del 13/14 aprile 2008 viene candidata come capolista de “La sinistra arcobaleno” per la regionali siciliane. Sempre nelle liste della sinistra arcobaleno corre come capolista nelle circoscrizione Emilia Romagna e Lombardia per il Senato della Repubblica. Risulta non eletta in tutte le circoscrizioni, delusa, presenta un ricorso al TAR siciliano lamentando presunte irregolarità formali, commesse nella provincia di Trapani, riguardanti liste del centro-destra, che però nel luglio del 2009 è stato definitivamente respinto.

Nel 2009, alle elezioni europee viene candidata come capo lista dal Partito Democratico nella circoscrizione Italia insulare, per la quale lista risulterà eletta.
Ormai fradicia di sinistrismo presenta in Sicilia alle elezioni primarie del Pd la lista denominata “Con Rita Borsellino Semplicemente Democratici” a sostegno delle candidature di Dario Franceschini Segretario Nazionale e Giuseppe Lupo a Segretario Regionale.

Nel 2012, si presenta alle primarie per la scelta del candidato Sindaco di Palermo, appoggiata da una parte del Pd, da Sel, dalla Federazione della Sinistra, dai Verdi e dall'Italia dei Valori, fu sconfitta dal consigliere uscente F. Ferrandelli. Ormai mollata dal Pd, alle elezioni regionali della Sicilia appoggia il candidato presidente proposto da Sel, dalla Federazione della Sinistra, dai Verdi e dall'Italia dei Valori, in contrapposizione al candidato del Partito Democratico, risultato vincitore nella competizione

Nel 2015, ricopre la carica di presidente del Centro studi "Paolo Borsellino".

Questo fu Rita Borsellino, una approfittatrice che sfrutto l’assassinio del fratello Paolo, introducendosi in un ambiente politico ad esso estraneo solo per soddisfare le proprie perversioni di notorietà.
avatar
Admin
Admin

Numero di messaggi : 1001
Data d'iscrizione : 23.09.08

http://liberapresenza.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum